Una guida alla costruzione di aeromodelli

Una guida alla costruzione di aeromodelli

Le persone hanno tutti i tipi di hobby per occupare il loro tempo libero. Gli hobby offrono divertimento a coloro che vogliono semplicemente staccare la spina dalla routine quotidiana di andare al lavoro, tornare a casa e poi andare a dormire. Gli hobbisti possono intraprendere un numero qualsiasi di progetti, come uncinetto, lavorazione del legno e modellismo in scala. Quest’ultimo ha attirato un seguito ulteriormente suddiviso in interessi di nicchia, come il modellismo ferroviario e l’aeromobile. Costruire modelli richiede molta pazienza e astuzia, soprattutto quando si tratta di aerei. Gli aeromodelli sono fondamentalmente repliche di piccole dimensioni di aerei storici, moderni o immaginari. Gli aeromodelli possono essere realizzati con una varietà di materiali, tra cui legno, schiuma, metallo, plastica, carta e fibra di vetro. La maggior parte degli appassionati di aeromodellismo utilizza legno di balsa, cartoncino e polistirolo. Il design degli aeromobili spazia dagli alianti ai modelli in scala. Alcuni hobbisti possono progettare il loro aeromodello per volare effettivamente. Tutto ciò richiede tempo, impegno e pazienza per ottenere un’esperienza gratificante.

Le creazioni di modellini di aeromodelli risalgono all’antica civiltà. Sorprendentemente, il più antico aeromodello è stato scavato nel 1898 dalle rovine della tomba di Saqquara. Gli archeologi hanno rimosso un oggetto di sei pollici con una fusoliera e ali curve. All’epoca, nessuno degli archeologi riconobbe il significato della reliquia. In effetti, nessuno ha riconosciuto la natura aerodinamica del manufatto fino agli anni ’60, quando il dottor Khalil Messiha ha avviato un dibattito sulle origini dell’artigianato dei modellini di aeromodelli. Altre civiltà hanno creato modelli di macchine aerodinamiche con l’intenzione di far volare gli umani. Archytas, un inventore greco, costruisce una macchina semovente chiamata “il Pidgeon”. Inoltre, Leonardo da Vinci ha documentato i suoi pensieri sui modellini di aeromodelli con il suo design “Arial-vite”. Tutti questi assomigliavano agli aerei dei giorni nostri.

I moderni costruttori di aeromodelli hanno iniziato i loro progetti quasi immediatamente dopo che i fratelli Wright hanno lanciato il loro primo volo. I bambini e i futuri piloti hanno trascorso del tempo a costruire modelli in scala del volantino Wright. Nel 1914, i militari avevano sviluppato assi del volo che ne spinsero a ricrearli nei cortili delle scuole. I progressi nell’aeronautica spinsero anche lo sviluppo del modellismo dalla prima alla seconda guerra mondiale. Dopo le guerre, i modellisti immaginarono aeroplani che prendevano i cieli come aerei passeggeri. Cinquant’anni dopo, le compagnie aeree si contendevano l’attenzione introducendo modellini giocattolo di aerei commerciali. Durante gli anni ’70, i bombardieri invisibili divennero l’ultima moda nella progettazione di aeromodelli. Dopo il successo del lancio del programma spaziale, i modellini di aeromodelli si espansero per includere i veicoli spaziali mentre la NASA continuava a crescere. Le repliche del Discovery e del telescopio Hubble erano molto popolari tra i costruttori di modelli. I modelli radiocomandati sono diventati la cosa migliore per pilotare un vero aereo o un’astronave. Continua ancora oggi, dove molti hobbisti lanciano modellini di razzi e pilotano aerei. Oggi, la costruzione di modellini di aeromodelli può concentrarsi su velivoli futuristici che un giorno potrebbero rispecchiare “UFO” e astronavi di Star Trek.

Costruire modellini di aeromodelli in scala richiede molta ricerca, tempo e pazienza. Gli hobbisti devono prestare molta attenzione ai dettagli finiti sull’aereo reale, comprese le singole parti e lo schema di verniciatura. Molti hobbisti acquistano kit di aeromodelli per evitare di crearne uno da zero. In entrambi i casi, la costruzione di aeromodelli richiede l’attrezzatura, la vernice e gli strumenti giusti per creare un oggetto di piccole dimensioni. Per creare un aeromodello, un hobbista ha bisogno principalmente di uno spazio di lavoro considerevole, colori acrilici, coltelli, legno di balsa e pennelli a punta fine.

Per iniziare un progetto, un hobbista deve scegliere il modello giusto da costruire. I modellisti hanno scelto in base alla scala, nota anche come rapporto tra la dimensione del modello e l’oggetto che rappresenta. In altre parole, una scala 1/48 significa che l’oggetto reale è 48 volte più grande del modello. Successivamente, ricerca i dettagli dell’aeromodello per la forma dei colori, le dimensioni, il peso e le combinazioni di colori che rappresenta per l’oggetto reale. Leggi riviste, visualizza foto e cerca in Internet informazioni sull’oggetto reale prima di costruirne la replica.

Gli hobbisti che utilizzano un kit possono semplicemente leggere le istruzioni per completare il loro primo passaggio nel processo di costruzione. I kit hanno parti prefabbricate e decalcomanie. Assicurati di contare tutte le parti e abbinarle alle istruzioni. Chiamare o scrivere al produttore se mancano delle parti. Pulire le parti con acqua tiepida e soluzione per rimuovere eventuali residui. Usa un asciugamano pulito per asciugare i pezzi.

Posizionare tutte le parti, gli strumenti e le attrezzature a portata di mano. Seguire il manuale di istruzioni per verniciare tutte le parti prima di assemblarle. Ci vogliono circa ventiquattro ore perché la vernice si asciughi. Quindi, stacca ciascuna delle parti e usa la carta vetrata per levigare i bordi frastagliati. Usa la colla per fissare le parti nelle posizioni corrette. Applicare le decalcomanie nel punto giusto per completare il progetto. Assicurati di ispezionare il modello da un multiplo di angolazioni per vedere se alcune parti si sono staccate durante l’assemblaggio.

Lascia un commento